Buttarla lì.

23 agosto 2013
Toter.
Raccontino. Ottobrino. Incipit.

«Partendo dalla banalissima faccenda in questione si sosterrà che una serie di sviluppi anche ben congegnati non basteranno per definire la narrazione riuscita o almeno degna di essere presa in considerazione e data alle stampe. D’altronde di tranche de vie ne abbiamo avuti migliaia dunque -escludendo di vantare messaggi epocali, e non penso sia questo il caso- meglio lasciare perdere. Tuttavia la tribù della quale ci occuperemo è composta realmente da tizi con luminose educazioni alle spalle nonché appuntate sui petti medagliette di frequentazioni ricercatissime. Viaggi funzionali all’accrescimento delle turbolente sensibilità date loro in dotazione da una natura beffarda e generosa [con la stasi non si è che pezzetti di verdura muffita] più pantaloni a sigaretta di svariate tonalità di grigio. Tradotto: un tesoro enorme. Eppure pensare a loro come un gruppetto omogeneo sarebbe uno sbaglio e in primis loro -ritrovandosi chiusi in simili comparti- non esiterebbero un istante a prenotare un low cost per raggiungervi nel minore tempo possibile. Ciò che vi distruggerà sarà un’assemblea davanti alla stanza in comune con altri quindici ex studenti di lettere, tutti fan dei Pixies. Voi sprovveduti precari della cultura […]»

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: